Cerca
  • Valentina Sarno

Luoghi del Salento per bimbi – per Bema.

Avevamo già iniziato e vorrei portare avanti, dei percorsi da fare con i cani (accettiamo suggerimenti).


Mi sono decisa a fare questo però per il nostro amico Bema che deve portare a spasso tanti amici e tanti bambini!


Il Salento ha una particolarità davvero unica: c'è qualcosa per TUTTI. Anziani, bambini, cani, giovani, sofisticati, amanti del trekking, amanti della bici, amanti del cibo... una lista infinita, e quindi aiuta sapere dove e come e quando andare, per non sprecare tempo in un luogo che non sia PERFETTO per noi.

Perché in Salento c'è davvero il luogo perfetto per chiunque!

Prima Parte: da Porto Cesareo a Santa Maria al Bagno, Agosto


Agosto

È importante il mese: ci sono mille percorsi e luoghi stupendi da vedere ma ad Agosto si rischia facilmente di stare in coda per ore… e questo è terribile per i bimbi! Questi che menziono valgono tutti la pena di essere visitati!


Porto Cesareo




Porto Cesareo ha vinto come migliore spiaggia per bambini, ma io non sono d’accordo… Porto Cesareo certo è molto carina, le barche, l’isoletta dall’altra parte, ma la spieggia cittadina si riempie subito, e pur essendo bassa, con sabbia morbida e acqua celeste, ci sono un sacco di rocce sparse qua e là su cui è facile tagliare i piedini!

C’è anche un Museo di Mare! (che non ho ancora visitato)


Ho mangiato dei magnifici ravioli al Ristorante Grecale, ma non è economico, soprattutto se avete tanti bimbi magari meglio una pizza da qualche parte.

Le spiagge fuori città anche loro spesso acqua ridicolmente celeste ma poca pineta quindi caldissimo, e molto congestionate. Ci è piaciuta da morire una volta Lido Degli Angeli, era Ottobre e abbiamo fatto il bagno tranquillamente, con la sua acqua cristallina e acqua a portata di bimbo, ma una seconda volta eravamo assediati da vespe e non c’è riparo dal sole quindi ci vuole ombrellone .



Consiglio Porto Cesareo la mattina del giovedì, volendo andarci, perché c’è il mercato ed è tutto molto carino. Oppure la sera, dalle 18:00 in poi, per evitare il troppo sole. Le barche, un paio di giostre, è comunque carina. Ma c’è sempre moltissima gente ad agosto.


Sant’Isidoro





Parcheggio: metti il navigatore per qua:

Scendiamo quindi fino a Sant’Isidoro: spiaggia “alla buona”, gente del posto più lido dove spesso ci sono animatori, balli, eccetera. Di buono ha che ha la stessa acqua celeste di Porto Cesareo, sabbia morbida quasi fangosa che a noi sinceramente non piace moltissimo, ma è bassa per lunga distanza e più sicura rispetto a Porto Cesareo per piedini! Pochi spazi ombrosi quindi ci vuole un ombrellone. Passeggiando invece dalla spiaggia, oltrepassando la torre che si vede in foto, ci si addentra nel Parco della Palude del Capitano. È una bella passeggiata, e ci sono punti dove tuffarsi un attimo per rinfrescarsi. Arriverete dopo una ventina di minuti a Spiaggia del Frascone.





Il parcheggio migliore per arrivare direttamente alla spiaggia del Frascone è qua.


Tra Sant’Isidoro e il Frascone c’è un’altra baietta e qui troverete il Bar ristorante Lido dell’Ancora (5 minuti da Sant’Isidoro via lungomare, dietro la Torre). Era tutto davvero molto buono, ed è stata la mia frittura preferita a parte Castro. Non è carissima ma nemmeno super-economico, ma sono molto piacevoli sia il cibo che il servizio e hanno tanti tavoli. Oppure solo per un gelato!


Da Sant’Isidoro, al ritorno, se non siete distrutti dalla stanchezza, vale davvero davvero la pena di seguire la litoranea verso Gallipoli, seguendo la costa passando Torre Uluzzo. Portare i bambini a fare il bagno nella baia (stupendo per gli adulti) magari no, ma farli scendere dalla macchina a vedere la vista della baia selvaggia e della torre è molto molto bello. In più c’è un bar dall’altra parte della strada che si chiama Fico D’India: buona birra e ottimi panini, volendo fermarsi lì dopo Sant’Isidoro sarebbe bello farci coincidere il tramonto, è stupendo. Non oltre però perché poi si riempie di gioventù, musica, eccetera.

Dopodiché segui la strada passando attraverso il parco di Porto Selvaggio, sbuchi che o vai a destra a Santa Caterina, o ti rimetti sulla strada che poi ti porta alla 101 per Lecce.


Porto Selvaggio






Porto Selvaggio merita, sempre, assolutamente di essere visto e vissuto. È un luogo davvero speciale, ed è quasi inconcepibile che non affascini tutti. Una donna, Renata Fonte, è stata uccisa solo perché non voleva permettere che distruggessero il parco a forza di hotel e costruzioni. È riuscita però nel suo intento e il Parco è meraviglioso.


Il percorso che consiglio con bimbi è questo: farsi fare i panini o al Posto di Blocco (tradizionale, ma non il mio preferito), popolare perché ci si passa arrivando da Nardò, o da casa, o da Alimentari Mazzarella in Santa Maria al Bagno (non lontano dalla piazzetta, assolutamente tutto buonissimo e personale delizioso). Volendo ad agosto giù alla spiaggetta ci sono rivenditori di panini, acqua, granite… non sono eccezionali e sono cari ma vanno bene per le emergenze.


Parcheggia o qui al Parcheggio di Villa Tafuri se trovi posto (improbabile, a meno che arrivi presto) oppure direttamente qui dentro. Il costo è lo stesso (credo 5 euro). Dopodiché segui la gente, entra dall’ingresso di Villa Tafuri dove entrano tutti, e scendi. E’ ripida e facile da scivolare, puoi scendere anche direttamente dal sentiero nel bosco, ma è molto breve.


Arrivati giù, vira a sinistra e troverai la baietta meravigliosa con acque freddine miste a sorgenti naturali e fresche e spiaggia di ciottolini, ma anche ai bambini piace! Consiglio scarpette da roccia o sandali del decathlon anfibi da trekking. Per i più grandi, parecchie insenature dove tuffarsi o esplorare. Lì è tutto pineta, per una giornata all’insegna del relax. Fuori stagione è un luogo d’incanto, quasi mistico. Ad agosto ci sarà tantissima gente… ma è bellissimo lo stesso!


Se non è troppo caldo o siete avventurosi, potete anzi dovreste seguire i sentieri verso sinistra (dove vedrete la Torre dall’Alto che svetta in cima alla collina) e/o verso destra. Sempre seguendo il mare e alternando dentro e fuori pineta per il fresco. Ai bambini non può non piacere questo luogo e gli adulti rimarranno affascinati.


Santa Caterina





La terza marina di Nardò (la prima da nord è Sant’Isidoro, la seconda Porto Selvaggio, la terza Santa Caterina e quella più a sud Santa Maria al Bagno), è semplicemente un gioiellino. Presa d’assalto in agosto, ma vale la pena qui di andarci o la mattina presto o la sera per evitare il caldo assordante. Per bambini che non sanno nuotare però, ci sono solo due spiaggette minuscole (per quanto carinissima, forse più accessibile la mattina molto presto), una affiancata da un lido e l’altra dentro al porticciolo. Vale però veramente la pena di vedere questo posto.


Consiglio, per impressionare di più tutti (ma scegliendo assolutamente un orario più fresco), di settare il navigatore per qua.


Dopodiché iniziare già a parcheggiare, altrimenti dove si trovare seguendo la strada (senso obbligato). Se riuscite a parcheggiare su quella strada o poco più in là, prima andate a visitare la Torre dall’Alto (c’è qualche scalino, ma il panorama è mozzafiato e vale assolutamente la pena, i bambini possono correre liberi fino a su). Se volete farli divertire fategli trovare prima questa Grotta, e poi continuate verso su verso la torre. Vale la pena dalla Torre addentrarsi un poco nella pineta, per arrivare al Belvedere. Dopodiché si può scendere a Porto Selvaggio ma è una camminatona se i bimbi sono piccoli non va bene, io scenderei e a quel punto mi seguirei il mare, stupendo, fino a Santa Caterina poco lontano.


Poco prima del curvone per Santa Caterina, c’è un posto magico (vai di bracciali per chi non nuota ma vale la pena).




Ci si arriva scendendo da dietro il muretto dopo il lido attrezzato e subito prima di questo parcheggio.


Poi continuate a Santa Caterina, prendete loro un bel gelato o fate colazione al Bengio Bar o dove vi pare ovviamente. Esplorate il porticciolo. Se poi volete fare un’altra passeggiatina, c’è un luogo nascosto che pochi conoscono, dall'altra parte della strada e subito dietro alla spiaggetta con lido di Santa Caterina. Si tratta del sentiero che attraversa un vero e proprio bosco, e all’inizio del sentiero ci si può addentrare (è chiusa ma non è veramente chiusa, vale la pena di entrarci) a quest’altra torre.

Il sentiero si segue di corsa, non c’è vista o altro, è solo se i bambini avessero voglia di fresco e sono esploratori. Poi o si torna indietro dal sentiero stesso o si vedono le villette di villeggiatura e si scende lungo la strada (più sicuro tornare dal bosco).


Se a questo punto è mattina e volete ancora un po’ di spiaggia, potete provare a passare da Santa Maria dove ci sono innumerevoli punti di ingresso, ma la vera e propria spiaggia è anche lei meravigliosa e a volte non c’è troppa gente. Per quella spiaggetta, parcheggiare nel parcheggio gratuito dell’Area Mercatale.


Santa Maria al Bagno





Un gioiello, più fruibile di Santa Caterina e più “family friendly”.


Parcheggio: parcheggio gratuito dell’Area Mercatale


Scendere in Piazzetta dal vicolo, godersi la spiaggia sabbiosa oppure la baia rocciosa a fianco (entrambe hanno l’acqua bassa per un po’) ma anche girarsi il lungomare, almeno ad arrivare fino a dopo La Reggia. Colazione a La Pergola e aperitivo al Cafè del Mar per noi, ma voi scegliete quello che più vi piace.


Volendo festeggiare, mangiare buonissimo pesce, fare una cena davvero speciale, andate alla Reggia: in assoluto meraviglioso sia la location che il cibo che il servizio. Consiglio di prenotare e/o arrivare quando iniziano ad aprire la cucina, perché è molto frequentato, soprattutto se siete in tanti. Non è più costoso di tante altre cose in sé, è che è tutto così buono che finisce che spendi molto solo per mangiare tutto: consiglio, volendo risparmiare un poco, di non prendere il vino (peccato, però, ottimo!) e di dividersi i piatti (i primi sono abbondanti!). Le tagliate di tonno e salmone, gli antipasti, le cozze alla Tarantina, i primi di pasta fresca fatta da loro… è tutto buonissimo. Per una serata davvero speciale.



Alla prossima puntata con altre location bellissime per un giro con i bambini!

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti